La Goccia Briantea

Home Pusiano ECCEZIONALE AVVENIMENTO SUL LAGO DI PUSIANO
ECCEZIONALE AVVENIMENTO SUL LAGO DI PUSIANO PDF Stampa E-mail
Giovedì 11 Marzo 2010 15:56

Le associazioni legate alla migrazione periodica degli uccelli, uno dei più affascinanti fenomeni della natura, hanno organizzato una ricerca, denominata Euro bird watck  (Avvistamento uccelli in Europa), totalizzando nel solo mese dello scorso novembre ben 2 milioni e 800 mila avvistamenti di esemplari migratori.


In questa iniziativa, sulle rive del lago di Pusiano, a sinistra della Punta del Corno, in località Casletto di Rogeno, è stata vissuta un’esperienza indimenticabile: nel canneto e nell’adiacente zona di boscaglia si sono fermati circa 350 zigoli delle nevi diretti al sud. A memoria d’uomo, mai visti gli zigoli delle nevi (nome scientifico Plectrophenax nivalis) far  tappa a Casletto. Presenti in Islanda, Norvegia e Scozia, d’inverno svernano al sud, impossibilitati a trovare cibo nella neve troppo alta.
Per quanto il loro nome faccia credere di essere dei volatili abituati al clima rigido, in realtà  sono così chiamati perché nella stagione fredda, diversamente da quella calda, assumono un piumaggio bianco macchiato di bruno rossiccio e gli stormi, in volo, d’inverno sembrano fiocchi di neve. Benché pesi soltanto 20 grammi con ali lunghe 8-9 centimetri, lo zigolo delle nevi è un uccellino velocissimo e meraviglioso.
L’arrivo degli zigoli presso la Punta  del Corno, provenienti dal versante nord del Cornizzolo, è stato individuato sul crepuscolo del 19 dicembre dal nibionnese Piero Maggioni, in escursione a Casletto lungo le rive del lago di Pusiano; in possesso di una macchina fotografica ha potuto ritrarre l’atterraggio degli uccellini. Ha poi  comunicato  l’avvenimento aI Cedal (Centro educazione documentazione ambiente lago), con sede a Pusiano, che ha inviato presso la Punta del Corno  Mario e Angelo Conti, volontari dell’ente pusianese. Giunti sul posto, hanno filmato gli zigoli delle nevi intenti a beccare semi e insetti, di cui si nutrono, e rilevato che la loro sosta era dovuta alla fame che aveva avuto il sopravvento sull’impegno di seguire l’itinerario per raggiungere la meta. Grazie a un’ottima visibilità hanno anche ripreso il decollo, avvenuto all’aurora del giorno successivo.
Espressa viva soddisfazione dalla presidente del Cedal, Lauretta Carpani: <<Tra l’altro, il Maggioni ha ricevuto l’incarico di informarsi sul centinaio di eventi  migratori avvenuti in Italia e contattare alcune delle associazioni dei 35 Paesi che hanno partecipato all’iniziativa Euro bird watck. I dati raccolti hanno permesso di accertare che i primi uccelli migratori avvistati sono stati gli storni, mentre lo zigolo delle nevi è stato raramente notato. Ecco perché  in questa stagione invernale nella zona del lago di Pusiano si è verificato un evento eccezionale. Ora siamo alla ricerca di uno studente che prepari delle schede su quanto avvenuto sul nostro specchio d’acqua; completate da informazioni sull’emigrazione degli uccelli   verranno poi  distribuite nelle scuole dei paesi circostanti il lago >>.

Giovanni  Marcucci

 

 

In Calendario

Aprile 2019
D L M M G V S
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 1 2 3 4

Lago di Pusiano, ristoranti, hotel, B&B, informazioni turistiche

Il portale del Lago di Pusiano:
Informazioni turistiche, ristoranti, hotel, bed and breakfast, arte, cultura, sport, natura, eventi ... e molto altro ancora