La Goccia Briantea

Home Che fa traboccare ... COMANDI O OBBEDISCI
COMANDI O OBBEDISCI PDF Stampa E-mail
Venerdì 29 Giugno 2012 00:00

In un piccolo paese d’estate le famiglie coabitanti nella via si sedevano sulle sedie impagliate accanto alla propria porta scambiandosi le considerazioni della giornata. Esisteva una buona relazione di vicinanza che alimentava un profondo senso della fiducia fino al punto che se uno di loro, andando alla fontanella a prendere un secchio d’acqua, chiudeva la porta, di conseguenza si riteneva una tale offesa da venir additato da tutta la comunità della via, come elemento fortemente negativo perché aveva offeso lo spirito integrale della fiducia che animava il costume della locale comunità. Un modo di vivere in equilibrio di costume, in autocoscienza, di buon senso, che le nostre, e non solo, attuali città blindate nemmeno se lo sognano.

Sosteniamo che intendiamo significare proprio questo: un revival dell’uomo alimentato dallo stimolo della sua naturale radice di fiduciosa e rispettosa libertà in cui scienza e quotidianità vivono senza il parassitismo delle regole burocratiche che provocano la nevrotica violenza e non soltanto nelle città. Ma il costume non riguardava solo l’acqua della fontanella, ma un vasto campo di rapporti che interessava il lavoro e la salute. Metteva in evidenza con profondo senso umano l’apertura di spirito per il solo gusto di stare liberamente insieme: tu aiuti me ed io aiuto te. Lo scambio era il risultato disinteressato della massima considerazione di fiducia. E quando ad esempio, una persona sola si ammalava o diventava anziano, l’assistenza era una spontaneità doverosa in alternanza di prestazione: oggi io, domani tu. Il costume era forgiato da una grande animazione umana che ai nostri giorni dipinti dall’invidia e da spericolati pregiudizi, nemmeno se ne parla se non per derisione di arretratezza mentale.

Iniziò l’urbanizzazione della vita ed incominciò la strategia del profitto di parte e con esso la necessità della guerra a difesa del profitto di pochi che avversava la partecipazione dei tanti; consumatosi nei drammi che tutti conosciamo e continuato fino ai giorni nostri in cui la personificazione del profitto per fare incasso firma anche la carta igienica. Che dire di più? Si continua a vivere come il perenne schiavo del pregiudizio continuando ad obbedire alle leggi del più forte ed a subire tutte le negative conseguenze che si determinano, incidendo fortemente, tanto sul suo carattere quanto sulle condizioni di vita economica e culturale.

Cosicché nella tristezza degli eventi che sconvolgono d’inquietudine i nostri attuali giorni vi è solo da spaventarsi perché la classe politica mondiale non alza di dovere il grido di fiduciosa e rispettosa libertà per fronteggiare lo stato della crisi che ci divide e ci attanaglia. Ma la intendono superare con le trattazioni di mestiere burocratico dove gli esseri umani restano continuamente divisi tra chi nasce per comandare e chi solo per obbedire. Ma tali imposizioni non possono più continuare.

 

In Calendario

Agosto 2019
D L M M G V S
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Lago di Pusiano, ristoranti, hotel, B&B, informazioni turistiche

Il portale del Lago di Pusiano:
Informazioni turistiche, ristoranti, hotel, bed and breakfast, arte, cultura, sport, natura, eventi ... e molto altro ancora

Grazie a ...
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner