La Goccia Briantea

Home Rogeno Il Gruppo micologico "adotta" la Strada Vicinale detta dei boschi
Il Gruppo micologico "adotta" la Strada Vicinale detta dei boschi PDF Stampa E-mail
Venerdì 27 Aprile 2012 09:26

Gruppo MicologicoGruppo MicologicoArea mercatoria di Rogeno, ore 8.00, questo è il luogo dove il Gruppo micologico di Rogeno si è dato appuntamento  domenica 11 marzo, per raggiungere poi altri componenti del gruppo che si erano già portati al posto prestabilito, il parcheggio nei pressi della “Punta di Casletto”;  da qui dipartono alcuni sentieri che percorrono sia la sponda del lago che la parte alta del costone più alto che si spinge sino a Moiana.
Questo incontro era già stato rinviato più volte nelle settimane passate per le avverse condizioni metereologiche e, finalmente, già dall’alba si è annunciata una buona giornata per svolgere il compito assegnato già preparato da più sopralluoghi svolti nell’anno precedente.
Una ventina i soci convenuti in prossimità dell’inizio del sentiero alto; il compito era stato affidato dalla Amministrazione comunale, al fine di ripristinare e mantenere poi lo stesso sentiero del bosco ove rovi ed erbacce avevano preso il sopravvento compromettendo l’agile e sicura percorribilità.
Suddivisi i compiti e con i necessari attrezzi la squadra ha iniziato alacremente le operazioni; rami secchi, ramaglie e rovi prominenti sul sentiero venivano abbattuti da cesoie e motoseghe, concentrati poi nel centro del sentiero cosicchè la macchina trituratrice sapientemente governata dal Gaetano provvedeva a ridistribuire al bosco gli stessi in forma di trucioli minuti.
I lavori sono stati portati a termine per le 12.30 circa, ora in cui la squadra si è ritrovata in zona antistante il lido di Moiana, in perfetto rispetto dei tempi prestabiliti.
Ripercorrendo il sentiero a ritroso per ritornare alle proprie vetture, lo stesso è parso totalmente cambiato; ciò ha ampiamente ripagato dello sforzo compiuto ma ha ancora di più soddisfatto il constatare che tutta la squadra ha lavorato all’unisono, con un sano spirito di gruppo. Il sentiero sarà presto qualificato con il posizionamento di cartelli segnaletici posti presso gli alberi più significativi; i cartelli  riporteranno i nomi scientifici e “in volgare” delle piante.
Il mantenimento e la gestione (chiamata adozione) del sentiero per qualche anno sarà a carico del gruppo micologico che confida molto sul senso civico delle persone che lo frequenteranno visto che anche un percorso così singolare, di ambiente lacustre e boschivo, potrà contribuire alla educazione ecologica per questo ambiente che la natura ci ha donato.
A questo proposito, domenica 25 marzo, è stata organizzata la “Giornata del verde pulito”; ritrovo previsto presso il pontile-molo del golfo di Casletto; presenti i volontari della Protezione civile, alcuni componenti del Gruppo micologico quali accompagnatori per una piacevole passeggiata tra il bosco e la sponda del lago. Facendo un passo indietro, ricordiamo che mercoledì 14 marzo c’è stata una anticipazione di questa giornata presso le Scuole Primarie ove alle scolaresche sono state mostrate le fotografie degli interventi di pulizia eseguiti sui sentieri.
Per parlare invece dell’attività più normale del gruppo,  lunedì 5 marzo si è svolta la prima serata a tema. E’ intervenuto Angelo Moron presentando il “Genere Russula” di cui è studioso e specialista di chiara fama; ha avuto modo di illustrare anche il percorso di studio e di approfondimento necessario per mettere a punto una pubblicazione scientifica.
Lunedì 19 marzo, alle ore 21, presso l’atrio delle Scuole elementari, è intervenuto Gaetano Brivio per parlarci di “Innesto e potatura”. E’tema di notevole interesse che ha coinvolto tutti quei concittadini che lavorano con passione il proprio campo e curano il proprio verde da autodidatti.
Si continuerà in sede il 2 di aprile ove Beppe Frigerio presenterà “25 anni di Leccini e Suilli” coi suoi singolari mega-posters “sinottici”, di testi ed immagini, che semplificano l’interpretazione delle chiavi dicotomiche di identificazione delle specie fungine. Si parlerà di funghi dei nostri boschi, ritrovati dal gruppo in 25 anni di attività.
Il 16 aprile, sempre in sede, Alfredo della Rovere, parlerà di “Amaniti” ovvero di funghi tra i più contraddittori che conosciamo; si va dalla profumata, buonissima Amanita cesarea (l’ovulo buono) alla più velenosa e mortale dei funghi, l’Amanita phalloide, vero rischio perché presente in abbondanza anche nei nostri boschi.
Si continuerà il 7 maggio col dr. Spinelli che ci presenterà, presso l’atrio delle scuole “Conosciamo il Parco Valle del Lambro”; il titolo da solo è tutto un programma ed è facile capire che è argomento di interesse generale.
Contiamo sulla vostra numerosa presenza e a risentirci per i prossimi eventi che vi proporremo.

Alfredo Della Rovere

 

In Calendario

Dicembre 2019
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

Lago di Pusiano, ristoranti, hotel, B&B, informazioni turistiche

Il portale del Lago di Pusiano:
Informazioni turistiche, ristoranti, hotel, bed and breakfast, arte, cultura, sport, natura, eventi ... e molto altro ancora