La Goccia Briantea

Home Che fa traboccare ... qual'è il valore della vita?
qual'è il valore della vita? PDF Stampa E-mail
Sabato 04 Dicembre 2010 16:44

Mi accorgo che svariate forme di vita adulta hanno un valore paragonabile allo zero. Osservando meno distrattamente le esistenze che ci scorrono a fianco, si percepisce quanto vi sia l’imperante relativismo nel dibattito sul reale valore della vita. Mi pare che a volte vi sia un’esasperazione nei toni quando si vuole ad ogni costo difendere la sopravvivenza di un feto, di un malato terminale, di chi è in stato vegetativo da anni: tutte cose sacrosante, ma è come se ci fosse una sorta di sbilanciamento per così dire, a sfavore di altre condizioni di oppressione della dignità. Credo che chi ha a cuore la vita e si batte con forza per la sua difesa in questioni così delicate e opinabili, dovrebbe con la stessa energia contrastare lo schiacciamento spesso silenzioso di tutte le altre realtà di esistenze. Troppo spesso nella società civile imperano i concetti e i principi sbandierati, ma i fatti per dimostrare il rispetto alla vita spesso non si vedono. Quale valore ha per molti l’incolumità di chi viene ucciso per strada? Stando ai comportamenti di moltissimi automobilisti, quasi nulla.  Qual’è il valore, nel nostro sistema economico, dell’esistenza di chi dorme ai lati delle strade, dei senzatetto o di chi è in condizione di povertà e difficoltà economiche? Quanto vale la vita di un precario, di un interinale, di chi vive oggi con angoscia per il futuro, di chi muore sul lavoro per produrre più in fretta? Per non parlare del valore delle vite di buona parte del Terzo mondo, degli invisibili globali che campano con meno di 1 dollaro al giorno. Credo sia ora che le condizioni reali delle persone muovono le opinioni, e non i preconcetti di chi spesso non vuole vedere la realtà. Questa imperante e strisciante solidarietà fatta di comparti stagni, di politici che si battono in facciata per la dignità delle persone, di giustizialisti che sfrecciano in auto calpestando le regole sprezzanti delle vite altrui deve finire. Quando vi è qualcuno a qualsiasi livello che fa notare tutto questo, la codarda catalogazione di demagogico cancella molto spesso prese di posizione a difesa del miglioramento ed evoluzione delle condizioni meno agiate. D’altronde lo sport prediletto è il nascondersi dietro un dito. Ed è così servito il trionfo di un paese individualista che vuole difendere il proprio giardino dall’assalto degli accattoni, che si accorge dei drammi solo quando entrano in casa e solo allora, forse, si cambiano idee e si ribaltano visioni limitate e bigotte sul vero valore della vita.   

Casletto di Rogeno,
14 giugno 2010
Antonio Isacco

 

In Calendario

Febbraio 2019
D L M M G V S
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 1 2

Lago di Pusiano, ristoranti, hotel, B&B, informazioni turistiche

Il portale del Lago di Pusiano:
Informazioni turistiche, ristoranti, hotel, bed and breakfast, arte, cultura, sport, natura, eventi ... e molto altro ancora

Grazie a ...
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner