La Goccia Briantea

Home Di Filosofia CHE COSA E’ LA FILOSOFIA (quattordicesima parte)
CHE COSA E’ LA FILOSOFIA (quattordicesima parte) PDF Stampa E-mail
Venerdì 14 Maggio 2010 12:16


CHE COSA E’ LA FILOSOFIA

(Quattordicesima parte)

La filosofia, a mio avviso, non ha modificato quella che era la sua principale caratteristica alle origini del pensiero greco: un grande, immane, inesausto sforzo per trovare un nostro orientamento nel mondo. Hegel diceva che la filosofia è il proprio tempo appreso in pensieri, ma noi dobbiamo allargare questo concetto e aggiungere che se è vero che la filosofia serve per meglio comprenderci nell’orizzonte del nostro tempo, essa è utile anche per orientarci in quello del passato, attraverso il ricordo e l’attualizzazione di coloro che ci hanno preceduto, e nell’apertura alla dimensione del futuro.

A una prima superficiale considerazione può sembrare che i filosofi da oltre venticinque secoli discutano sempre degli stessi problemi, ma prima di criticare ciò dobbiamo onestamente chiederci cosa sarebbe stata la nostra vita senza la filosofia, senza quell’incomparabile sforzo di capire noi e il senso del nostro stare a questo mondo. Probabilmente saremo stati prigionieri, come nella caverna platonica, di pregiudizi, di false opinioni, di verità rivelate, non solo in senso religioso ma anche politico e biologico. Figli dell’ignoranza e privi di qualsiasi coscienza di noi stessi non avendo osservato il socratico “conosci te stesso”. Certo possono esistere modi migliori o peggiori di pensare. Davanti a ciò molti possono farsi prendere dallo sconforto e abbandonare la ricerca visto che non approda a nulla di conclusivo. Però, se ben riflettiamo, anche le scienze non approdano a nulla che sia definitivo: in fisica, ad esempio, Newton pensava di aver posto un punto fermo con la sua concezione dello spazio, del tempo e della gravitazione, poi venne Einstein a dirci che la loro natura non era quella indicata da Newton e già altri fisici sostengono che lo stesso Einstein ha sbagliato nel concepire lo spazio-tempo costituito di sole quattro dimensioni perché ve ne sono ancora molte altre.
Secondo me la bellezza e la grandezza della filosofia consiste proprio nel carattere ricorrente e duraturo dei problemi che pone; già ho avuto modo di dire che una filosofia che si limiti solo ad essere lo specchio del suo tempo sarebbe destinata al fallimento, perché i problemi che la filosofia pone, pur senza essere eterni, vanno ben al di là della propria epoca. Il Bodei ha paragonato la filosofia allo spostamento delle placche continentali in geologia: come queste hanno movimenti lentissimi, il cui sviluppo è misurabile in tempi molto lunghi, così occorrono secoli per modificare il nostro modo di sentire e pensare.

La filosofia potrebbe collocarsi a metà strada tra la scienza e l’arte. Premesso che buona parte delle scienze, come la matematica, la fisica e la psicologia, si sono sviluppate sul tronco della filosofia, esse hanno la capacità di “autocorreggersi”, nel senso che i nuovi risultati raggiunti annullano o, quanto meno, superano quelli precedenti, mentre l’arte, sempre che sia vera arte e non moda effimera, non invecchia mai. Una tragedia di Eschilo, di Sofocle o di Euripide è capace di commuoverci e interessarci così come faceva con gli ateniesi di due millenni e mezzo fa. La filosofia se non è eterna non è neppure figlia solo della sua epoca: solo una mediocre filosofia dura lo spazio d’un mattino.

La filosofia è un grande atto di libertà, libertà della ricerca razionale in cui essa si sostanzia, libertà nel porre le domande e libertà nel presentare alternative. Ecco perché Tucidide faceva dire a Pericle, che parlava di se stesso e degli ateniesi, “noi amiamo il bello con semplicità e filosofiamo senza timidezza”. L’assenza di timidezza esprime la libertà dell’indagine filosofica, che non ha alcun interesse personale da far valere o da contrapporre agli altri, ma solo l’interesse di tutti gli uomini ad una vita veramente degna di essere vissuta, perché fondata sulla ragione, che è comprensione di sé, degli altri e del mondo. Proprio al giorno d’oggi, dove l’esistenza umana appare molto parcellizzata, c’è maggiore necessità della filosofia, perché ne costituisce il tessuto connettivo.  Nella filosofia vengono dibattuti temi che decidono della nostra stessa vita e sono temi che riguardano tutti gli uomini in quanto esseri razionali in cammino verso la verità. Essa mantiene inalterata la sua natura di indagine razionale e disinteressata sulla verità e non già una ricerca o elaborazione di idee per poterle asservire a scopi pratici, perché altrimenti diventerebbe ideologia al servizio di parti o fazioni. L’ideologia non cerca la verità ma mira solo a far credere che qualcosa sia vero per poterlo indirizzare al mantenimento del potere. La filosofia mantiene il suo compito di demistificare questi atteggiamenti di manipolazione della verità per poterla asservire a propaganda di parte. La filosofia assegna il giusto valore e la giusta collocazione a tutte le cose, ci insegna a vedere e considerare ogni cosa senza alcun pregiudizio.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.                                                                         

 

In Calendario

Ottobre 2019
D L M M G V S
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

Lago di Pusiano, ristoranti, hotel, B&B, informazioni turistiche

Il portale del Lago di Pusiano:
Informazioni turistiche, ristoranti, hotel, bed and breakfast, arte, cultura, sport, natura, eventi ... e molto altro ancora

Grazie a ...
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner